osteopatia animale, incontri previsti per il 2 ed il 9 febbraio 2019

UXNR3124

Lo abbiamo chiesto all’esperta di osteopatia Chiara Silvestrini, che segue molti dei nostri cani del That’ll Dog e non solo!

Un nuovo metodo di prevenzione naturale: l’osteopatia, per il benessere dei nostri animali.

Sempre più spesso sentiamo parlare di Osteopatia Animale, ma che cos’é?

L’osteopatia rientra nelle pratiche olistiche complementari della medicina convenzionale umana , e da poco tempo in Italia, è diventata anche una disciplina nel campo animale.

L’osteopatia non fa diagnosi e non cura le patologie, quello rimane competenza esclusivamente del medico Veterinario, con il quale invece si può collaborare per la promozione della salute dei nostri amici a quattro zampe.

L’osteopatia si rifà allo studio ed  alla valutazione dei tessuti superficiali e profondi, dei fluidi, delle aree intra ed extra-articolari, di quelle viscerali, legamentose fasciali e nervose, applicando tecniche per indurre nei tessuti l’attivazione dei meccanismi fisiologici dell’omeostasi.

Si utilizzano tecniche manuali e non invasive, le quali possono spaziare tra tecniche fasciali, viscerali, strutturali, cranio-sacrali , studiate nello specifico per ogni animale in base alle sue “disfunzioni”, creando così un vero e proprio trattamento “ personalizzato”.

L’osteopatia è adatta ad ogni tipo di animale, cani compresi , da quello sportivo, al cucciolo, al cane da lavoro, fino al cane anziano, poiché come già detto, la sua principale funzione, è  riportare il benessere.

Al benessere ci si arriva solo dopo un percorso, non sempre facile, data la natura del nostro fruitore, che non avendo la capacità di tollerare un po’ di “dolore” infertogli poiché privo della consapevolezza che ,ciò che facciamo è per il suo bene, non accetta da subito ogni tipo di trattamento.  Diamo quindi molta importanza all’approccio iniziale dell’osteopata, quello che facciamo è farci accettare, rispettando l’animale, il suo corpo ed il suo stato emozionale. Il nostro obbiettivo,  è quello di rendere un effettivo nuovo stato di benessere riuscendo a lavorare con un paziente abbastanza sereno ed il meno stressato possibile, solo così tutti ne usciranno soddisfatti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *